VISITA ISPETTORIALE CON “GEN ROSSO INCONTRA”

VISITA ISPETTORIALE CON “GEN ROSSO INCONTRA”

Con la Santa Messa delle ore 18.00, si è conclusa, mercoledì 7 febbraio,  la  visita ispettoriale di Don Pippo Ruta presso la comunità salesiana di Ragusa. Sono stati tre giorni  impegnativi, in quanto l’Ispettore di Sicilia e Tunisia, oltre ad avere udienza con i propri confratelli, ha ascoltato anche coloro che hanno voluto un colloquio personale,  indipendentemente dall’appartenenza a gruppi o associazioni. Inoltre la sera precedente del martedì, Don Pippo, insieme al direttore della Casa Don Edoardo Cutuli e all’incaricato dell’oratorio Don Salvo Renna, ha incontrato tutti i giovani dei gruppi formativi. Tantissime le domande rivolte all’Ispettore da parte dei ragazzi a cui Don Pippo  ha risposto con grande entusiasmo e oculatezza.

La Celebrazione Eucaristica della sera successiva, presieduta dallo stesso Ispettore e concelebrata con i confratelli Don Edoardo, Don Salvo, e Don Pippo Fallico,  ha visto una presenza davvero speciale: il Gen Rosso.  Questo gruppo musicale multietnico, nato a Loppiano Firenze all’interno del Movimento dei Focolari, si trovava in Sicilia per tre concerti di cui il primo a Ragusa presso il teatro tenda di via Spadola. Di conseguenza, approfittando della ghiotta occasione, la comunità salesiana ha  invitato il Gen Rosso a partecipare alla S. Messa, che è stata animata anche dagli illustri ospiti  con dei canti che hanno arricchito la celebrazione.

Successivamente i componenti della band, con un momento intitolato “Gen Rosso incontra”,   hanno  condiviso la loro missione, in un gremito Teatro Don Bosco. Ai giovani e adulti presenti, attraverso il linguaggio della musica, i musicisti e i cantanti del gruppo, hanno raccontato e testimoniato la cultura del dialogo e della pace con forti messaggi di umanità radicati in Dio e nel fratello che sta accanto ad ognuno di noi. Dopo l’entusiasmante incontro in teatro, la comunità salesiana ha condiviso con i Gen e i “focolarini” presenti, un’agape fraterna. Naturalmente è stata l’occasione per far conoscere le tantissime bontà culinarie ragusane, dolci e salate, preparate dai vari gruppi intervenuti.